TheEvilProject.history      

More and more I find myself wondering if it's all worth fighting for. Maybe one day I'll find out. (Chris Redfield, Resident Evil 5)

 

... dove eravamo arrivati? Ah sì, alla recensione di Resident Evil 6. Per lo meno per quello che riguardava il sito vero e proprio, dal punto di vista del coinvolgimento invece non mi sono mai fermato, fino a pubblicare un'ultima New reale, quella dell'inizio del gameplay del Revelations 2 appena uscito nella libreria Steam. In seguito pubblicai un'ultima novità, quella che praticamente decretava la fine del sito TheEvilProject.com, trasformandolo in un e-book che mi ha comunque dato parecchie soddisfazioni. In realtà, a pensarci bene, il sito era in stallo già da qualche tempo. L'affermazione dei social network, come scrissi tempo prima in un articolo e come riportai proprio nelle prime pagine del libro, andava via via minando tutto quanto era il lavoro sul web di una qualsiasi fan base, facendo entrare, finalmente mi sento di aggiungere, chi produceva i titoli in contatto diretto con i fan, una vera e propria novità che tutt'ora prosegue allegramente. Già nel 2012, come ho scritto prima sul vecchio sito e poi riportato sul libro (potete ritrovare l'articolo nella scheda Website Report in questa pagina), avevo intuito che i social network avrebbero preso il sopravvento sulle community fondate sui siti amatoriali, forum e MSN Messenger. In un certo senso avevo cercato di porre un riparo a questo nuovo che avanzava, iniziando a traslocare il sito sulla piattaforma che, in quel momento, era la più stramba e meno quotata per un'operazione del genere, eppure così promettente. Tumblr. Il lavoro di conversione della grossa mole di materiale era comunque troppo laborioso per me, non avevo il tempo da dedicarmici, e dopo qualche buon successo ho lasciato perdere. Credo esista ancora da qualche parte, ricordo che per un certo periodo lo affiancai anche per le news del sito. Si trattava della famigerata versione 4.0 di TheEvilProject.com, come ho anche riportato nel libro. Ho lasciato perdere, proseguendo comunque la mia attività su Youtube e attraverso la pagina di Facebook, ma continuando comunque a mantenere il dominio del sito perché... boh, forse perché ci ero affezionato, perché rappresentava qualcosa legato al mio passato, qualcosa che mi aveva dato soddisfazione e fatto stare bene, per lo meno sul web. Poi un bel giorno ho smesso di rinnovare il dominio e lo spazio web, così, di punto in bianco, senza pensarci su troppo. Le vecchie community nel frattempo sono praticamente sparite tutte, lasciando spazio alle ben più semplici pagine sui social network da affiancare a quelle ufficiali. Proprio come avevo supposto in tempi non sospetti. MSN ha chiuso i battenti, sostituito dal Messenger di Facebook, dai DM di Instagram e via dicendo. Il web, dal punto di vista social é cambiato parecchio nel giro di pochi anni, lo stesso Youtube é cambiato parecchio, a partire proprio dal periodo del boom, tra il 2012 e il 2013, proprio quando avevo lasciato perdere pure quello. Attualmente Youtube non se la sta passando troppo bene. Twitch incombe e incombe alla grande, talmente alla grande che sono recentemente passato anche su quella piattaforma a fare qualche LIVE (attivamente da settembre 2020), ovviamente quando il tempo me lo consente, tanto per cambiare. Tante cose sono cambiate, ma quella della mancanza di tempo ormai é una costante a cui comunque faccio fatica ad abituarmi. Vorrei le giornate di 48 ore. Penso di non essere l'unico.

 

 

Penso che sappiate tutti che a fine 2020 Adobe ha terminato il supporto per i file SWF, il Flash, quello che anni prima sembrava essere il futuro degli spazi web, quel programma che permetteva animazioni delle pagine incredibili e dinamiche, il programma che mi aveva dato l'ispirazione per le prime versioni di TheEvilProject, il formato che aveva permesso la nascita di Youtube. E' diventato obsoleto, soppiantato da altrettante dinamiche possibilità con i nuovissimi script di HTML 5 e compagnia bella, Wordpress e tutto il cucuzzaro. Il tempo passa, molte cose se le porta via con sé. Il Flash é finito come sono finiti i siti amatoriali, i forum, MSN, sostituito da qualcosa'altro di simile, più al passo coni tempi, più veloce, più fruibile, più sicuro dal punto di vista della privacy. Ormai navigare è tutto un acconsentire ai cookie, alle regole sulla privacy, alle impostazioni del sito che navighiamo. Manco leggiamo i disclaimer, ci limitiamo a spingere sul tasto del consenso per eliminare il più velocemente possibile quella schermata fastidiosa che ci impedisce di raggiungere rapidamente il contenuto che vogliamo vedere, ascoltare o leggere. La fine del ciclo vitale del Flash, annunciata con buon anticipo, mi ha fatto ricordare di TheEvilProject.com e mi ha fatto rimbalzare nel cervello un'idea che coltivavo da tempo. Ho rintracciato il mio vecchio provider, di cui sono sempre stato membro anche dopo la fine del sito, e con mio sommo stupore ho scoperto che il dominio non era più disponibile per me, per colui che lo aveva creato e fatto conoscere, senza falsa modestia, al mondo intero nel periodo intercorso tra Resident Evil 5 e il Revelations. Qualcuno lo aveva acquistato assime al .org e al .net, mi pare. E' bastata una breve indagine per scoprire che era stato comprato e registrato da una compagnia orientale, cinese credo, collegata ad Alibaba. E dunque niente, l'embrionale idea di riaprire il sito é stata accantonata, senza tuttavia sparire.

E poi é arrivato Resident Evil 3 Remake. Non ho idea del meccanismo inconscio che abbia fatto scattare qualcosa dentro di me, neppure il ben più riuscito remake di Resident Evil 2 mi aveva suscitato la valanga di emozioni e di ricordi attivata dal primissimo trailer del capitolo con protagonisti Jill e Nemesis. Fatto sta che é successo e alla mente mi sono riaffiorate memorie che credevo perse, tanto per citare Morgan. Non era e non é nostalgia per quei tempi, i tempi in cui avevo aperto e gestito con alcuni fidati collaboratori TheEvilProject.com. Penso si sia trattata della classica goccia che ha fatto traboccare un vaso che da tempo minacciava di tracimare. Ovviamente in positivo.

 

 

 

Non voglio dilungarmi su discorsi sociologici o di filosofia spiccia, ma il web, adesso come adesso, che cos'é? Che cosa sta succedendo ai social network? Un continuo rimbalzare di post e storie che già dopo 30 minuti, 5 se va male, sono già obsoleti e cadono nel dimenticatoio. Il web é un luogo precario. Tutto dura pochi istanti e viene soppiantato da altri post, foto, video che seguono incessantemente lo stesso percorso, in un'infinita spirale multicolore che rappresenta il niente. La musica che cos'é? Un pezzo, dopo un giorno, é già passato di moda, deve essere immediatamente rimpiazzato da uno più nuovo. La quantità prima della qualità. Un video su youtube che cos'é? Una LIVE su Twitch che cos'é? Certamente, fare lo youtuber o lo streamer é diventato un lavoro a tutti gli effetti, ma cosa c'é dietro? Tutto si consuma nei pochi minuti di durata del video, o nella durata di un paio di ore della LIVE, in un turbinio di risate, donazioni, iscrizioni, emoticon spacciate per premi, inviti a mettere mano al portafogli per sostenere il creatore di contenuti di turno. Quando esistono i contenuti ci sta, ma davvero é così per tutti? Non credo proprio. Siamo in un periodo in cui bisogna stare attenti alle parole che si scrivono e si dicono, perché qualcuno potrebbe rimanere offeso e guai, non sia mai poter esprimere liberamente il proprio pensiero. Siamo in un periodo di censura. Il web, un tempo luogo fin troppo libero, sta diventando una gabbia dorata. Le sbarre sono ancora larghe, ma quanto durerà? Nessuno può dirlo.

Gente che si scanna verbalmente sui social, per la politica, per lo sport, per una fake new. E, certo, per carità, anche sui Forum ci si "scannava", ma permettetemi di dire che era diverso. Il Forum era un luogo decisamente meno casual degli odierni social network. Analfabeti reali e analfabeti funzionali ammorbano qualsiasi pagina di qualsiasi  social network. Per non parlare poi della superficialità veramente imbarazzante in termini di contenuti di alcuni di questi, che risultano essere addirittura pericolosi per gli utenti più giovani... che manco dovrebbero stare su internet. Ma questo é un altro discorso, fin troppo ampio per poter essere affrontato in questa pagina.

E' sempre stato mio scopo su internet, e non solo: fare qualcosa che rimanga nel tempo, qualcosa che non sia passeggero, qualcosa che l'utenza possa ritrovare ed esplorare e leggere e guardare e consultare sempre.

Quando ho realizzato tutto questo, ho deciso. theEvilProject.com non era più disponibile? Poco male, ho comprato il dominio .it e mi sono ricomprato lo spazio web. Ho tolto dalla naftalina virtuale quello che era il vecchio sito e ci ho lavorato su per aggiornarlo. Ci sono ancora molte cose da fare, ma penso di essere pronto.

Quindi con orgoglio vi presento il ritorno, spero gradito, di quello che fu il sito dedicato a Resident Evil più visitato in Italia nel 2011.

Vi presento la versione 1.0 di TheEvilProject.it.

RE se l'é passata male per un certo periodo, probabilmente ci saranno altri scivoloni, ma non é morto. Anzi, il 2021 si prospetta essre l'anno della seconda consacrazione, forse la più grande di sempre. Videogiochi, serie TV, film in CGI, reboot cinematografico. Tanta carne al fuoco.

E io ho appena riacceso la griglia.

 

 

Inizialmente avevo intenzione di fare questo sito incentrandolo sulla figura di Albert Wesker per poter parlare del mondo di Resident Evil e magari scrivere una fan fiction che andasse a colmare il vuoto che intercorre tra il Code: Veronica e Resident Evil 4. L'intenzione di base, realizzata soltanto in parte molti mesi fa, avrebbe dovuto svilupparsi come sezione distaccata della mia home page, e in effetti avevo pubblicato una specie di sito parallelo interamente prodotto in Flash nel quale erano disponibili alcune informazioni relative alla storia, qualche immagine e un breve prologo della fan fiction intitolata Wesker's Eyes. Purtroppo, come spesso succede, ho poi in seguito dovuto abbandonare il progetto per occuparmi di altro, finché è balenata una particolare proposta di collaborazione per un altro sito dedicato alla fantastica saga creata dalla mente di Shinji Mikami. Preso da un rinnovato entusiasmo mi sono messo subito all'opera con varie proposte grafiche, fino a raggiungere una particolare interpretazione di come sarebbe dovuto essere il sito che non era molto distante da come è attualmente. Successivamente sono emersi alcuni contrattempi che mi hanno costretto a lasciar perdere il progetto, ma il materiale preparato era molto e non me la sentivo di cestinare tutto nonostante l'improvviso cambio di situazione. Risolti i problemi, mi sono rimesso al lavoro e nel giro di un mesetto mi sono sentito pronto per pubblicare la prima versione del sito in cui state navigando. Tutto sommato sono soddisfatto del lavoro compiuto perchè rappresenta in qualche modo una mancanza di linearità che ho riscontrato in questi dieci anni di Resident Evil all'interno della saga stessa. Può sembrare strano, ma per preparare tutto il materiale a cui potete accedere (e molto altro arriverà in breve tempo) mi sono servito di un gran numero di programmi che, spinto dalla passione, non ho esitato in questi anni a imparare ad utilizzare: Photoimpact, Microsoft Frontpage, Macromedia Flash MX Pro, Sound Forge, MP3 Observer Pro, Video Capturix, l'insostituibile Virtual Dub e il suo stretto parente Nandub, ImToo MPEG Encoder, Digital Media Coverter, Microsoft Word - che uso abitualmente da non so quanti anni - Leap FTP e qualche altra piccola utility giapponese che per certe cose è stata davvero importante. Spero che tutto il lavoro svolto e che sarà svolto sia apprezzato dagli utenti, perchè ritengo di farlo in maniera scrupolosa e in un certo senso anche stando "al di sopra delle parti" per fornire notizie e non semplici opinioni da forum, che in queste pagine stonerebbero (fin dove è stato ovviamente possibile). Inutile aggiungere che molto di quanto appare in questo sito è stato in seguito "copiato" da altri siti (i walkthrough in video, le news corredate da trailer e immagini, ad esempio, la struttura delle schede di ogni gioco e altro ancora), ma dopotutto questo è il prezzo da pagare per essere dei "pionieri" e per aver messo in pratica idee valide. Oltre ad essere fonte di ispirazione, il sito è stato anche oggetto di veri e propri sfruttamenti di materiale da parte di altri webmaster.

 

Le prime due versioni di TheEvilProject.com sono molto differenti tra di loro, mentre la versione 3.0, l'attuale e definitiva, è una sorta di ibrido tra le due versioni, ma con particolarità tutte nuove e una compattezza superiore.

La prima versione del sito (2006) presentava una pagina principale con lettore MP3 in Flash tramite il quale era possibile selezionare tra 4 brani storici della serie di Resident Evil; il menù dei giochi era in Flash, sotto forma di monitor di sorveglianza; la struttura delle pagine era semplice, e le news offrivano già i filmati oggetto delle notizie visualizzabili direttamente dal sito (YouTube); i video walkthrough erano inizialmente scaricabili in formato WMV e solo in seguito sono stati trasferiti su YouTube, quando la mole di download non era più sopportabile dal traffico mensile impostato per il sito. Il sito aveva anche un forum, aperto negli ultimi mesi di permanenza della versione 1.0 e che ha accompagnato per un breve periodo la versione 2.0. Questa versione è rimasta online per circa un anno, dopodichè è stata sostituita dalla versione 2.0.

 

 

 

 

La versione 2.0 (2007) era completamente differente (è ancora possibile utilizzarla e resterà online fino alla completa trasformazione del sito) e più compatta; resta ancora l'integrazione in Flash, questa volta davvero fuso con la struttura grafica del sito, sotto forma di menù principale (il Flash viene aggiunto ulteriormente anche nei menù Games, Special, Video e Affiliati), mentre i sub-menu di ogni gioco restano sottoforma di link testuale; tutte le sezioni vengono completate e compaio le prime playlist dal canale YouTube; la compattezza della struttura e la sua voluta ristrettezza in termini di dimensioni permette l'integrazione perfetta con qualsiasi filmato FLV e MP4; seppur facilmente navigabile, comunque, la versione 2.0 risulta essere dispersiva proprio per quanto riguarda le varie sezioni di ogni gioco, mentre per tutte le altre sezioni si dimostra essere pressochè perfetta e ben implementata, tanto che il sito risulta essere al primo posto su Google per quanto riguarda alcune ricerche specifiche sul mondo di Resident Evil (resident evil news, resident evil 1.5, resident evil 3.5 - tanto per citarne alcune delle tante) e piazzandosi comunque sempre nella prima pagina per molte altre. La versione 2.0 è la versione che è rimasta online più a lungo, modificata solamente nella grafica dell'intestazione a seconda delle news e dei titoli che si sono succeduti in questi 4 anni in cui TheEvilProject.com si è affermato come importante risorsa sul mondo di Resident Evil, tanto da riuscire a mostrare la presenza di Jack Krauser in The Darkside Chronicles, con tanto di artwork ufficiale, alcune settimane prima dell'annuncio ufficiale (benchè fossimo in possesso dei documenti comprovanti la presenza del personaggio da Maggio 2009, si è scelto di aspettare fino ad Agosto 2009), generando un turbine di discussioni nei forum e nei siti di tutto il mondo.

 

 

La versione 3.0 raggiunge quanto le precedenti versioni erano riuscite solo in parte. Ecco di seguito le principali differenze con la versione precedente: spazio più ampio dedicato alle news, ai filmati - che in HD ormai possono essere mostrati in grandi dimensioni senza problemi - e alle immagini (sia ufficiali che originali); il Flash non è stato utilizzato, dal momento che con i moderni Javascript si possono effettuare interessanti scelte sia grafiche che di struttura senza ricorrere al famoso programma Adobe; il menù principale è grande il doppio ma ridotto all'osso (solo 5 link) e le sezioni principali (GAMES e SPECIAL) sono due enormi menù a icone consultabili da chiunque con una facilità disarmante (e con un bell'effetto di scorrimento delle icone); i giochi, da sezioni con più pagine come erano trattai nella versione 2.0, sono ora consultabili nella loro interezza in una unica pagina, con ogni sezione ben individuabile e ogni contenuto praticamente on-demand (l'utente può visualizzare solo quello che gli interessa di una sezione senza che la pagina gli mostri la stessa completamente). La versione 3.0 sarà la versione definitiva e la conversione da 2.0 a 3.0 è a buon punto (nonostante le apparenze), anche se ci vorrà un po' di tempo prima che tutto sia a posto.

 

 

 

 

TheEvilProject.com non ha la pretesa o la presunzione di diventare il sito di Resident Evil più importante della rete nazionale o internazionale (come altri invece proclamano dall'alto dei loro siti dalla grafica pomposa e pompata per mascherare contenuti inesistenti). Dietro il lavoro e gli articoli presentati sul sito c'è solamente una grande passione, in primo luogo per i videogiochi e in secondo luogo per Resident Evil e la sua storia, i suoi segreti, il suo passato, il suo presente e il suo incerto futuro. TheEvilProject.com offre una vasta collezione di video, dal 2006 in versione scaricabile direttamente dal sito e dal 2007 ad oggi in versione YouTube (il canale dedicato vanta oltre 500 video e circa 3 milioni e cinquecentomila visualizzazioni video ed è spesso in classifica dei canali più visti nella categoria Director - giornaliera, settimanale e mensile), collezione che è il fulcro principale del successo del sito, unito alla presenza di speciali che risultano nelle prime posizione di ricerca di Google e a un servizio news sempre aggiornato e ricco di anticipazioni (una su tutte, la rivelazione dell'artwork di Jack Krauser versione The Darkside Chronicles 10 giorni prima dell'annuncio ufficiale da parte di Capcom; più recentemente l'annuncio dell'apertura del sito ufficiale di Resident Evil 5 Alternative Edition e la pubblicazione dei filmati di gameplay di Revelations e The Mercenaires 3D). TheEvilProject.com dunque non si nasconde dietro inutilità grafiche o discussioni da 4 soldi, ma cerca di mantenersi sempre aggiornato, sempre ricco di contenuti e sempre al passo coi tempi, per offrire ai suoi visitatori il mondo di Resident Evil in ogni sua sfaccettatura.

 

24 giugno 2012 - Precedentemente all'uscita di Resident Evil Revelations si è registrato, a livello globale, una specie di disaffezione verso Resident Evil, disaffezione provocata/stimolata dall'uscita di un ottimo capitolo come il Revelations in esclusiva per una console portatile (che non tutti sono disposti ad acquistare esclusivamente per seguire una serie di videogiochi preferita) e dalla pubblicazione di un titolo assurdo e inconcepibile (per essere un Resident Evil) come Operation Raccoon City. A fianco di questa palese disaffezione (alimentata ulteriormente in tempi recenti dai filmati del prossimo Resident Evil, il 6, che appare sensibilmente più action del 5 anche se strizza un occhio alla struttura del Revelations) finalmente Capcom ha cominciato a utilizzare YouTube sensibilmente, con un proprio canale tematico, e a rastrellare tutti i fan con pagine ufficiali sui principali social network esistenti, primo fra tutti Facebook, determinando così un sincero spostamento di utenza dai siti "amatoriali" verso quelli ufficiali che, a differenza del passato, sono ora strutturati in maniera competente, approfondita e supportata attivamente da quanto sopra riportato. Alla luce di queste interessanti e importanti novità, di cui TheEvilProject.com è stato senza ombra di dubbio pioniere assoluto (Facebook a parte), il traffico del sito è sensibilmente diminuito, così come quello del canale YouTube che, nonostante qualche filmato originale di gameplay, non può far altro che riportare trailer che compaiono già nei canali ufficiali dedicati a Resident Evil.  E' importante analizzare questi dati alla luce di un eventuale proseguimento di questo viaggio, che onestamente oramai non pare aver molta più ragion d'esistere e sembra essere destinato a finire come quello della Queen Zenobia di Revelations, ma non senza lasciare un segno indelebile nella storia dei siti amatoriali di Resident Evil. E ovviamente, tanto per non farci mancare un pizzico di mistero in più, non è un caso che questo Report, già pronto da diverso tempo, sia pubblicato proprio oggi ;) Buona navigazione a tutti.

 
 

2 ottobre 2010 - Secondo Alexa, TheEvilProject.com è attualmente il secondo sito italiano dedicato a Resident Evil (a poche centinaia di posizioni rispetto al primo in classifica, il nostro affiliato Residentevilsaga.it) e sta rapidamente scalando la classifica mondiale per imporsi come secondo sito italiano anche a livello internazionale. Questo risultato non può che renderci felici perchè al di là dei detrattori e di coloro che hanno fatto di tutto per metterci i bastoni tra le ruote, il sito e chi ci lavora se ne è bellamente fregato, continuando il proprio lavoro con serietà, dedizione e soprattutto autentica passione, senza sotterfugi e soprattutto senza rubacchiare da altri lidi. Il ranking mondiale (e nazionale) di TheEvilProject.com rappresenta una reale utenza affezionata che segue il sito ogni giorno e non è solo un numero con il nulla alle spalle.

 
   

 

   

19 novembre 2009 - Ormai stabilmente al secondo posto in Italia nella classifica ranking di Alexia, il sito è da qualche settimana anche il secondo sito italiano di Resident Evil nella classifica globale di Alexa (ranking 320.430 attualmente) a poche migliaia di distanza da ResidentEvilSaga.it, nostro affiliato e giustamente primo in classifica. Il lavoro svolto in maniera serie dunque paga e ne siamo veramente orgogliosi. Una citazione di merito va al canale YouTube del sito, che con i suoi ormai quasi 2 milioni di visite e un ranking di tutto rispetto (794.306 attualmente) è la ciliegina sulla torta di questo portale. Menzione doverosa anche per quanto riguarda il blog in lingua inglese, che in veramente poco tempo (un paio di mesi appena di vita) si classifica alla posizione più che dignitosa 1.359.030. Grazie a tutti - thanks you all.

 
5 ottobre 2009 - Un ringraziamento sincero a tutti coloro che visitano questo sito in Italia. Siete voi e soltanto voi che avete fatto di  questo sito il sito italiano su Resident Evil più visitato in Italia. Grazie ancora.
 

 Per ogni contatto basta inviare una e-mail a

 

webmaster(at)theevilproject.it

Tutti i testi e le immagini "originali" sono copyright di TheEvilProject.com (Shin Bilstein/Parassita666) salvo quando diversamente indicato. Se vengono utilizzati testi o immagini tratti da questo sito, si prega quanto meno di indicarlo.

 

Ringraziameti TheEvilProject.com versione 3.0

 

Un ringraziamento particolare va ai fan di TombRaiderCommunit che hanno messo a disposizione i personaggi di Resident Evil (copyright CAPCOM) posabili per XNALara (le pose originali sono opera dello staff di TheEvilProject.com): Navid, Italian_Utent, BlueJ97, blufan, toughraid3r37, Ventrue, TheRealhero, Ol.a, Veronika. Un sincero ringraziamento va ai visitatori di questo sito e del canale YouTube, che sono stati, sono e saranno gli unici fautori di questo successo.

 

 

Ringraziamenti TheEvilProject.com versione 2.0

 

 Ringrazio prima di tutto Shinji Mikami, creatore della serie e padre indiscusso del Survival Horror (The Evil Within deve spaccare!), ringrazio tutti coloro che hanno visitato il sito, ringrazio tutti coloro che si sono iscritti al canale YouTube e lo hanno reso grande e anche coloro che non si sono iscritti ma si sono divertiti a guardare i video che ho pubblicato in questi anni, ringrazio la vecchia community di ResidentEvil.it per le ore e ore di incredibili discussioni sulla serie, ringrazio tutti i visitatori del blog internazionale Albert-Wesker.com (averci avuto solo più tempo da poterci dedicare avremmo spaccato...), ringrazio tutti gli iscritti al blog e tutti gli iscritti alla pagina Facebook. Ringrazio inoltre i fan che hanno contribuito attivamente al successo di The Evil Project.com e in particolare: AuronWolfsong (Stefano), WeskerBirkin88, Joe80, unknown, Jill Valentine (Valentina), Ganados89, Alex Redfield, Ada Wong (Susy), il grandissimo John McLane, Giodavis, The Evil Tyrant, ResidentSnake, Imhrail, Neo, ---Garrador---, Ivan King, toxin, Spike_DouphRain, Demon, alfred ashford, Alucard, Leon Scott Kennedy, mister xxx, Stab, Re1Mansion, V-Jolt, Sunglasses At Night (Andrea), wesker013, Deliquio. Un ringraziamento anche per T-002, Neferseti, DjPinto, Squall, Yuna, Ema86, xXTechnoFolleXx, Timo, Dante, Vavy. Se ho dimenticato qualcuno, me ne scuso, ma forse per qualcuno non si è trattato di una distrazione. Acta est fabula, plaudite!

 

 

 
 

Torna al menu

 

Resident Evil (Biohazard) copyright Capcom All original content copyright TheEvilProject.it 2006 - 2021